alimentazione vegana ciclo

L’alimentazione vegana sarebbe la più utile per ridurre i dolori legati al ciclo – Lo studio

Secondo una ricerca condotta oltreoceano, l'alimentazione vegana sarebbe la migliore per aiutare a combattere i dolori legati al ciclo mestruale.

Seguire un’alimentazione vegana sarebbe in grado di ridurre considerevolmente i dolori da ciclo mestruale, limitando l’infiammazione ad esso associata. Lo sostengono i risultati di una ricerca americana, recentemente apparsa sulla rivista scientifica Nutrition Research e presentata all’incontro annuale della North American Menopause Society (NAMS) ad Atlanta.

La ricerca è stata pensata proprio per studiare l’effetto dei vari regimi alimentari sul dolore mestruale e identificare quali alimenti lo accentuano o lo riducono: un obiettivo anche personale per la ricercatrice capo dello studio, Serah Sannoh della Rutgers University.

Sannoh ha affermato di aver intrapreso questa ricerca per trovare rimedi per i propri dolori mestruali. La ricerca è stata condotta attraverso una revisione della letteratura comprendente almeno 20 studi differenti. I dati sembrano indicare come, oltre a ridurre i crampi mestruali mensili, un’alimentazione vegana – composta quindi da frutta, verdura, cereali integrali, legumi, noci e semi sia in grado di ridurre l’infiammazione cronica legata al ciclo.

Questo, si pensa, per via dell’alto numero di antiossidanti che il cibo vegetale garantisce all’organismo. “La dieta è uno dei tanti fattori che contribuiscono a mantenersi in salute, ma viene spesso trascurato“, ha dichiarato Serah Sannoh. Stando alle stime, circa il 90% delle adolescenti soffre di dolori mestruali e crampi così forti da interferire con la loro vita quotidiana. Il dolore mestruale è una delle principali cause di assenteismo scolastico: per questo è importante esplorare quali opzioni e abitudini salutari possono ridurre al minimo il dolore“.

Leggi anche: Omega 3: quali sono le fonti vegetali migliori?

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli