Barbie vegan

Nei ristoranti di Barbie le opzioni plant-based “normalizzano” il veganismo

Fin dall'inizio, diverse opzioni vegan sono state introdotte nei ristoranti ispirati al mondo di Barbie di New York e Chicago: una mossa che, senza dubbio, contribuisce a "normalizzare" questa scelta alimentare e di vita.

Arredi dall’inconfondibile nota pop, richiami alla moda anni ’70 e un’enorme quantità di rosa dalla tonalità inconfondibile: in attesa dell’uscita nelle sale di tutto il mondo del filmdiretto da  Greta Gerwig, a New York e Chicago sono stati inaugurati due ristoranti pop up ispirati al mondo di Barbie, dove è lasciato ampio spazio anche all’offerta vegan.

L’idea è frutto della collaborazione tra Mattel e la società di organizzazione di eventi Bucket Listers, che insieme hanno voluto rendere omaggio a uno dei giocattoli più amati del mondo con l’inaugurazione di due Malibu Barbie Cafè, non soltanto due locali “interattivi” dove scattare fotografie, acquistare merchandising a tema Barbie e immergersi nell’atmosfera del magico mondo dei giocattoli, ma anche due punti ristoro che hanno scelto di indirizzarsi anche sull’offerta plant-based come mezzo per ottenere una maggiore inclusività.

Malibù Barbie Cafè: le opzioni vegan e “veganizzabili” come inno all’inclusività

Tra i piatti disponibili nel menu – creato dalla chef Becky Brown, semifinalista di Master Chef – anche un budino di semi di chia con frutti tropicali freschi e muesli al cocco e mandorle, e un hummus di barbabietole in pieno “stile Barbie”, servito con pomodori marinati, cetrioli, insalata e pita calda. Ma non solo: tantissime voci del menu sono facilmente “veganizzabili” su richiesta, eliminando o sostituendo salse e condimenti, mentre gli hamburger di carne possono essere modificati con burger plant-based di Beyond Meat.

“Fin dall’inizio abbiamo intenzionalmente incluso nel menu piatti a base vegetale – dichiara la chef – perché Barbie è un giocattolo inclusivo e sono sicura che vorrebbe che tutti avessero qualcosa di favoloso e delizioso da mangiare, assecondando proprie preferenze“.

E questo è un grande passo avanti per la scelta vegan: il fatto di accostarla a un’icona come Barbie, amata e conosciuta in tutto il mondo, la normalizza e la rende automaticamente più mainstream, creando un importante trampolino di lancio per favorire il cambiamento, anche e soprattutto nelle nuove generazioni.

Leggi anche: Perché è importante che le celebrità investano in prodotti vegan?

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli