acquario berlino

Berlino: esplode l’acquario cilindrico più grande al mondo ed è strage di pesci

A Berlino va in frantumi l'acquario Sea Life: una tragedia che ci insegna di nuovo che tenere i pesci in vasca non è innocuo come pensiamo.

Un incidente terribile, che molte testate stanno riportando sottolineando per lo più la “proporzione” del disastro in sé più che per le sue conseguenze catastrofiche per la vita animale. A Berlino, nella lobby del centralissimo hotel DomAquarée, è infatti esploso l’acquario cilindrico più grande del mondo, causando la morte di quasi tutti i 1500 pesci che vi erano costretti a viverci. 

L’acquario di Berlino esplode, muoiono 1500 pesci di 100 specie diverse

Il cosiddetto “Sea Life” vantava il record per essere l’acquario cilindrico più grande del mondo e contava al suo interno, prima di oggi, oltre 1 milione di litri di acqua salata in cui vivevano – non certo per loro scelta e benessere, ma per il diletto degli ospiti dell’Hotel – 1500 pesci tropicali di 100 specie differenti. 

L’esplosione, a quanto pare causata da un cedimento della struttura dell’acquario, ha fatto sì che il vetro si rompesse e l’acqua invadesse l’intero hotel fino ad arrivare al terzo piano dello stesso e allagando le strade circostanti. A pagarne le spese, salvo due persone ferite dalle schegge del vetro dell’acquario, sono ancora una volta gli animali: pressoché l’intera popolazione di pesci è morta a causa dell’incidente. 

L’ennesima tragedia animale che si poteva evitare

Per carità: nessuno poteva prevedere un simile crollo di una struttura ingegneristica di senz’altro impatto e suggestione, ma non possiamo che scuotere la testa di fronte all’ennesima strage di animali che non avevano certo domandato di esser rinchiusi in un cilindro di acqua all’interno di un hotel. 

Questo incidente, questo sacrificio di vite animali, può essere un drammatico esempio di quanto siano inutili gli acquari e di come, tante volte, molto spesso mettano a repentaglio la salute stessa delle specie che ospitano, costrette a nuotare rotte striminzite solo per soddisfare lo sguardo dei loro “carcerari”. Speriamo che l’hotel apprenda la lezione e decida di sostituire la struttura oggi collassata con opere o arredi più etici e animal-friendly (perché gli animali, lo ribadiamo, non sono elementi d’arredo da tenere in una vasca).

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli