Brindisi di fine anno? Solo bollicine 100% italiane per 2 locali su 3

Per il brindisi di fine anno, 2 locali su 3 offriranno ai propri clienti bollicine 100% made in Italy. Ecco i dati della nuova rilevazione Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi). Parliamo anche di brindisi vegan. Quali marchi propongono referenze conformi allo standard VEGANOK?

Come ogni anno saranno tanti gli italiani che sceglieranno di trascorrere il Capodanno fuori casa. Secondo la rilevazione Fipe, saranno 5 milioni e mezzo i consumatori che consumeranno il cenone al ristorante.

Nello specifico:

  • 5,6 milioni di clienti distribuiti in oltre 78.000 ristoranti aperti, pari al 65,8% del totale (-1,3%
    rispetto all’anno scorso);
  • La spesa media sarà di circa 80 euro a persona per il solo cenone e di 105 euro per cenone e
    veglione, per un giro d’affari complessivo di 445 milioni di euro;

Irrinunciabile il brindisi di mezzanotte. Quali sono le bollicine più apprezzate?

Fonte: Fipe

Si registra una grande attenzione da parte dei ristoratori verso i prodotti made in Italy. Infatti, su un totale di 1,6 milioni di bottiglie stappate, lo spumante italiano avrà l’esclusiva nel 64% dei locali. In circa 1 ristorante su 4 si potrà scegliere se festeggiare con bollicine nostrane o champagne e solo in poco più del 10% dei locali l’offerta si limiterà al famoso vino francese.

Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe dichiara:

“La notte di San Silvestro è un appuntamento fondamentale per tanti ristoratori italiani. Anche quest’anno parliamo di numeri molto importanti per il nostro settore. Ci fa piacere constatare che cresce l’attenzione degli operatori nei confronti dei prodotti italiani. Ne è testimonianza il fatto che in 2 ristoranti su 3 si punterà sull’ottimo spumante italiano. Si riscopre anche l’abbinamento tra spumante dolce e dessert, quasi un ritorno a quel connubio che ha caratterizzato le feste di Natale di generazioni di italiani. Speriamo che questo dato sia di buon auspicio per il prossimo 2020”.

Bollicine vegan? Assolutamente sì!

È necessario chiarire innanzitutto che non tutto il vino è vegano perché nel suo processo di produzione possono essere usati coadiuvanti di origine animale: in particolare, per la chiarificazione e la stabilizzazione è possibile che vengano impiegate albumina, caseina, colla di pesce, gelatine animali. Ma non è solo una questione di contenuto: secondo il disciplinare VEGANOK ad esempio, per poter essere definito vegan, l’attenzione del produttore deve essere a 360° su tutto l’iter di produzione comprese etichettatura e confezionamento dove non è consentito l’uso di colle, pigmenti, inchiostri, lubrificanti o qualsiasi altro prodotto di origine animale. Inoltre, i consigli per l’abbinamento del vino non devono contenere indicazioni che fanno riferimento a cibi di origine animale.

In assenza di regolamentazione europea e nazionale inerente a sistemi di certificazione appropriata per il vino vegano, i vinicoltori fanno necessariamente riferimento a disciplinari di aziende terze o a disciplinari di autocontrollo. Il marchio VEGANOK, definisce uno standard proprio su questi parametri. Scopri di più a questo link: Vino vegan? Ecco cosa c’è da sapere

I vini certificati VEGANOK, dal momento che il nostro disciplinare – il più diffuso in Italia e riconosciuto da Associazione Vegani Italiani Onlus – contiene una nota specifica per il vino al punto 3 “tipologia ingredienti/materiali”:

“per gli alcolici non è consentito l’uso di prodotti di origine animale per la chiarificazione e stabilizzazione del prodotto come ad esempio albumina, caseina, colla di pesce, gelatine animali, ecc.” “Non è consentito l’uso di colle, inchiostri, lubrificanti di origine animale o qualsiasi altro materiale di origine animale per l’etichettatura e il confezionamento del prodotto.” Chiaramente l’etichetta non deve contenere indicazioni che fanno riferimento al consumo del vino in abbinamento a piatti di origine animale”.

Numerose sono le aziende che scelgono il marchio di garanzia per immettere sul mercato referenze conformi ad una platea di consumatori sempre più attenta a ciò che mette nel carrello.

Una selezione di spumanti VEGANOK per un Capodanno 100% cruelty free

Rose’ Spumante Brut
Prodotto/Distribuito da Azienda Vitivinicola Borga

Manzoni Moscato Vino Spumante
Dolce Prodotto/Distribuito da Azienda Vitivinicola Borga

Raboso Spumante Dry
Prodotto/Distribuito da Paladin 

Primo Rosso Spumante
Prodotto/Distribuito da Paladin

Valentino Spumante Brut
Prodotto/Distribuito da Paladin

Rosè Spumante – Brut
Prodotto/Distribuito da Bosco del Merlo 

Prosecco Spumante
Prodotto/Distribuito da Vendrame Vignis del Doge 

Chiaror sul Masso – Vino Spumante Brut
Prodotto/Distribuito da Cascina I Carpini

7 Filari Brut – Feudo Apiano Spumante Metodo Classico
Prodotto/Distribuito da Azienda Agricola Angelo Silano

Moscato Sparkling Vegan
Prodotto/Distribuito da Anna Spinato

Buon anno!

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli