chirurgia estetica vegan

La chirurgia estetica è vegan?

Mentre i “ritocchini” sono sempre più diffusi, aumenta anche la consapevolezza rispetto alle tematiche etiche. La chirurgia estetica è vegan e adatta a chi abbia fatto questa scelta di vita?

Sempre più persone, nel mondo, fanno ricorso alla chirurgia estetica per migliorare o correggere difetti fisici e sentirsi a proprio agio con se stesse. Mentre i “ritocchini” sono sempre più diffusi, aumenta anche la consapevolezza rispetto alle tematiche etiche, con i vegani in aumento in tutto il mondo. La domanda, quindi, sorge spontanea: la chirurgia estetica è adatta ai vegani?

Botox, lip filler e simili sono vegan?

La risposta, come spesso in questi casi è.. dipende. Se parliamo di iniezioni di acido ialuronico (i cosiddetti filler), impiegate per lo più per attenuare le rughe “riempiendole”, quasi sempre siamo di fronte a sostanze di origine non animale, quindi compatibili con la scelta vegan. Il più delle volte, infatti, viene impiegato un acido ialuronico di derivazione sintetica. 

Il discorso vale anche quando si parla di filler labbra: le sostanze che vengono impiegate per aumentarne il turgore e/o correggerne le imperfezioni, sono quasi sempre di origine sintetica. Attenzione, però: esiste anche un acido ialuronico di origine animale, che negli anni è stato sostituito dalle alternative sintetiche, ma che comunque può ancora essere impiegato in queste procedure.

Un discorso a parte va fatto per il Botox, la tossina botulinica neurotossica impiegata per attenuare rughe: anche se di per sé non contiene ingredienti di origine animale, questo farmaco viene preparato utilizzando come base le uova di gallina. Per questo motivo, oltre a non poter essere utilizzato su persone allergiche, non è compatibile con la scelta vegan.

chirurgia estetica vegan

Chirurgia estetica vegan sì, ma anche cruelty-free?

Il vero problema, quando si parla di chirurgia estetica, riguarda la possibilità che le sostanze impiegate siano state testate sugli animali: una possibilità tutt’altro che remota, dal momento che qualsiasi sostanza utilizzata in ambito medico deve superare dei test specifici prima di poter essere commercializzata e utilizzata. Non bisogna dimenticare, infatti, che la chirurgia estetica, per quanto sia da molti considerata un vezzo, è in realtà una branca della medicina.

Il discorso va esteso anche alle procedure che prevedono l’inserimento di impianti o rimodellamento di alcune parti del corpo: anche se le protesi o le operazioni possono essere compatibili con la scelta vegan (in quest’ultimo caso, per via della loro natura prettamente meccanica), in molti casi è necessario l’impiego di medicinali e/o anestetici non vegan e/o testati su animali.

Senza dubbio si tratta di un argomento complesso e difficile da analizzare in maniera puntuale, vista la grande varietà di casi e possibilità. Sicuramente può essere utile informarsi presso il medico di riferimento e/o rivolgersi a professionisti vegan che sappiano indirizzarci verso una scelta etica. 

Leggi anche: Cosa significano davvero le affermazioni sui cosmetici?

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli