consumatori europei proteine sostenibili

I consumatori europei guidano l’ascesa delle proteine sostenibili

Un sondaggio rivela che in consumatori in Europa stanno guidando l'ascesa dei consumi di proteine sostenibili. Anche in Italia i dati parlano di un calo del consumo di carne convenzionale negli ultimi 5 anni.

Secondo un recente sondaggio commissionato dal think tank Good Food Institute (GFI) e condotto da OpinionWay, i consumatori europei – con focus in particolare su Francia, Germania, Italia e Spagna – stanno riducendo il consumo di carne convenzionale, mentre cresce l’interesse per la carne di origine vegetale e per quella coltivata.

La ricerca ha visto la partecipazione di oltre 4mila persone, e i risultati mostrano senz’ombra di dubbio che oltre la metà degli intervistati è convinta che sia necessario trovare più alternative sostenibili ai prodotti a base di carne. In particolare, lo sostiene il 60% dei consumatori in Francia e in Germania, il 66% in Spagna e addirittura il 71% in Italia, comprendendo lo stretto legame tra il sistema alimentare attuale e i cambiamenti climatici.

Cala il consumo di carne in Italia

Spostando il focus sul nostro Paese, scopriamo che il 61% dei consumatori ha ridotto il proprio consumo di carne negli ultimi 5 anni, e che la metà dei consumatori ha introdotto regolarmente nella propria alimentazione opzioni a base vegetale. I motivi sono la salute (35%), la salvaguardia ambientale (30%) e la questione del benessere animale (26%).

Ben il 75% degli italiani è convinto che sia necessario ridurre drasticamente il consumo e la produzione di carne convenzionale; concordano su questa affermazione anche il 60% dei consumatori in Francia, il 67% in Germania e il 64% in Spagna.

Parlando di carne coltivata, l’indagine ha rivelato che il 65% degli spagnoli, il 55% degli italiani, il 57% dei tedeschi e un terzo dei francesi si dichiara disposto ad acquistarla quando sarà disponibile in Europa. “È fantastico vedere che la carne a base vegetale si è affermata così fortemente nella dieta di molte persone in tutta Europa – dichiara Carlotte Lucas, Corporate Engagement Manager presso il GFI Europe – E con un sostegno così crescente per la carne coltivata, i governi ora devono investire nella ricerca e nelle infrastrutture necessarie per garantire che la carne coltivata possa offrire i benefici ambientali che così tante persone ormai si aspettano“.

Leggi anche: Nestlé al lavoro sulla carne creata in laboratorio, a breve il lancio sul mercato?

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli