Cous cous di legumi: Martino lancia il cous cous con 100% farina di piselli bio

Non solo pasta: la farina di legumi è grande protagonista di uno dei trend alimentari del momento. L'azienda molisana Martino lancia i suoi cous cous a base di legumi, prodotti proteici e 100% vegetali, certificati VEGANOK

Il cous cous è un alimento tipico della cucina mediorientale e tradizionalmente è costituito da granelli di semola di frumento. Negli ultimi anni è diventato un alimento piuttosto noto anche in Occidente, dove non mancano le reinterpretazioni della ricetta originale e soprattutto la produzione di cous cous partendo da ingredienti differenti. È il caso, per esempio, del cous cous a base di farina di piselli del marchio Martino, azienda molisana specializzata da oltre un secolo nella produzione di pasta e che da qualche anno ha implementato l’offerta proprio con varie tipologie di cous cous.

Il cous cous di piselli Martino ha come unico ingrediente 100% farina di piselli biologica: per questo è totalmente senza glutine – e adatto quindi alla consumazione da parte delle persone celiache – ma anche vegetale al 100%, motivo per il quale ha ottenuto la certificazione VEGANOK. È ricco delle proteine e delle fibre dei piselli, e si prepara in pochi minuti: è sufficiente lasciarlo riposare per qualche minuto in acqua bollente e salata perché si idrati totalmente, in modo da procedere poi con il condimento desiderato.

Della stessa linea fanno parte anche altre tipologie di cous cous “proteici”, perché realizzati partendo da farine di legumi (disponibili sia nella versione da agricoltura biologica che non biologica):

  • Cous cous di lenticchie rosse Bio;
  • Cous cous di ceci Bio.

A questi si aggiungono altri cous cous “speciali”, preparati con farine di cereali e verdure:

  • Cous cous alla barbabietola;
  • Cous cous di mais Bio;
  • Cous cous di spinaci Bio;
  • Cous cous al pomodoro Bio.

 

Farine di legumi: uno sguardo d’insieme

Non solo cous cous: le farine di legumi negli ultimi anni sono diventate protagoniste di una nuova tipologia di pasta “proteica”, non più un prodotto di nicchia distribuito solo nei negozi specializzati ma reperibile ormai in tutti i supermercati, nelle catene italiane e internazionali. Di lenticchie, di fagioli, di piselli, di ceci, nella maggior parte dei casi sono formati corti, come sedani, farfalle, fusilli, penne o caserecce. Hanno una cottura molto veloce e un sapore originale, diverso a seconda del legume scelto: si tratta quindi di un prodotto versatile che si presta ad abbinamenti creativi e fantasiosi. Parliamo di una pasta gluten free in quanto non contiene cereali, con un contenuto di proteine più alto rispetto alle altre tipologie di pasta: si inserisce perfettamente nel segmento dei prodotti “healthy” che un numero sempre maggiore di italiani mette nel carrello.

La popolarità delle paste di legumi è correlata anche e sopratutto al trend in crescita vertiginosa del prodotto “free from”. L’attrattiva del “free from” è particolarmente diffusa tra i Millenials (da 20 a 40 anni) come parte di stili di vita che tengono in considerazione aspetti salutistici e l’impatto ambientale di ciò che si acquista. Secondo una ricerca di Mintel, una persona su quattro sceglie alimenti free form, ma solo uno su cinque lo fa per motivi medici. Questa tipologia di prodotti plant-based proteici non ha come target di riferimento una clientela specificamente vegana, ma un pubblico più vasto: la proteina vegetale ha un appeal molto forte sul consumatore flexitarian.

Per approfondire: World pasta day: di grano o di legumi, è il cibo più amato al mondo

Segni particolari

Linee semplici e colori accattivanti, quasi “pop”, caratterizzano tutta la linea di prodotti; tutti i cous cous sono cotti al vapore per garantire un apporto calorico moderato.

 

Clicca sul pulsante in basso per conoscere tutti i prodotti Martino certificati VEGANOK:

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli