donne vegane

Il futuro è vegan, ma anche donna: eccone 3 che stanno lottando per un mondo più etico

Nella Giornata Internazionale della Donna, noi di VEGANOK vorremmo celebrare tre donne vegane impegnate a costruire e a dar vita ad un futuro più inclusivo ed etico nei confronti di tutti: per noi, per gli animali e per il Pianeta.

Oggi, nel mondo, si celebra la Giornata Internazionale della Donna: un’occasione per riflettere sulla condizione femminile, ma anche guardare con stima e ammirazione ai cambiamenti positivi che portano la firma di una o più donne. 

In particolare, vogliamo raccontare le storie di tre giovani donne che, con le loro azioni e la loro voce, si battono quotidianamente per renderlo realtà.

Genesis Butler

donne vegane

Ha solo 15 anni, eppure Genesis Butler è una delle attiviste per i diritti animali e l’ambiente più conosciute e vivaci a livello internazionale. Vegana da quando aveva 6 anni, Butler si batte per diffondere l’importanza di seguire una dieta plant-based. Ma non solo: Genesis è una delle persone più giovani al mondo ad aver tenuto un discorso TEDx: in poco meno di 10 minuti, la giovanissima attivista discute – numeri e ironia alla mano – l’impatto negativo dell’agricoltura animale sull’ambiente. 

Il suo TedX TalkA 10-year old’s vision for healing the planet“,  ha raggiunto più di 130mila views, mentre su Instagram conta 67mila follower. Butler è anche fondatrice di Youth Climate Save, organizzazione guidata da giovani che cerca di creare consapevolezza e si rivolge alle istituzioni, affinché riconoscano il costo ambientale (ed etico) del consumo di prodotti di origine animale.

In più, Genesis ha collaborato con numerose organizzazioni no profit per promuovere una dieta a base vegetale, ed è stata il volto della campagna Million Dollar Vegan del 2019 , dove ha incontrato una coalizione internazionale di scienziati, attivisti ambientali e politici per discutere del ruolo che il cambiamento della dieta verso gli alimenti vegetali può svolgere nella lotta al riscaldamento globale. Nello stesso anno, ha anche rivolto un appello – rimasto inascoltato – a Papa Francesco, perché scegliesse una dieta 100% vegetale per tutto il periodo quaresimale: in cambio, un milione di dollari da donare in beneficenza. Attualmente, Genesis collabora con altri giovani attivisti per diffondere la consapevolezza sulle diete plant-based e, grazie alla sua capacità comunicativa fuori dal comune, ha attirato l’attenzione di migliaia di persone nel mondo: il suo attivismo è stato seguito da testate giornalistiche globali tra cui People Magazine, The Guardian, BBC e molti altri.

Billie Eilish

donne vegane

Vegetariana da sempre, vegana dal 2014, Billie Eilish è la superstar della musica più esposta nella lotta ai cambiamenti climatici e allo sfruttamento animale: utilizzando la sua notorietà, la cantante è costantemente al lavoro per promuovere la scelta vegan e convincere i fan a scegliere uno stile di vita plant-based.

Proprio per questo, nel tour mondiale 2022, Eilish non lascerà parlare solo la musica sul palco dei suoi concerti: Happier Than Ever, The World Tour sarà all’insegnadella sostenibilità e del supporto alla causa vegan. Nelle varie tappe – che comprenderanno Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Europa, Australia e Nuova Zelanda – la cantante sosterrà varie organizzazioni ambientaliste e incoraggerà i fan a mangiare più cibi a base vegetale. A ogni tappa del tour, organizzato modo da essere climate positive, cioè per eliminare più inquinamento di quello che crea, l’organizzazione Reverb allestirà “The Billie Eilish Eco-Village”, che i partecipanti al concerto potranno visitare gratuitamente.

Qui, i fan della cantante scopriranno di più sulla connessione tra cambiamenti climatici e alimentazione, grazie al contributo dell’associazione Support + Feed, un’organizzazione vegana fondata da Maggie Baird, la madre di Eilish. A ogni concerto saranno disponibili pasti 100% vegetali per artisti, band e troupe, e opzioni vegan per il pubblico a prezzi ridotti; tra le altre cose, sarà ridotto il più possibile anche l’impiego di plastica monouso e verrà incentivato l’impiego di prodotti per la pulizia ecologici e sostenibili.

Se sempre più bambini e ragazzi sono già consapevoli della necessità di cambiare alimentazione, sia per motivi etici che di sostenibilità ambientale, lo dobbiamo anche a personaggi come lei.

Rooney Mara

donne vegane

Vegana da oltre dieci anni, l’attrice Rooney Mara è in prima linea – insieme al compagno Joaquin Phoenix – per mettere fine allo sfruttamento animale e portare l’attenzione sull’impatto ambientale che allevamenti intensivi e consumo di prodotti animali hanno sul Pianeta. Mara e Phoenix insistono e creano consapevolezza sull’importanza che le scelte di ognuno di noi hanno nel combattere la crisi climatica, a partire dall’alimentazione.

Per esempio, in occasione dello scorso Ringraziamento, Mara si è unita ad altri personaggi in vista (tra cui proprio Billie Eilish), per chiedere al presidente Joe Biden di inviare a un santuario i tacchini graziati, invece di donarli a fattorie, zoo o università.  Lo scorso ottobre, alla vigilia dell’apertura ufficiale della COP26 a Glasgow, TED ha creato un evento di portata internazionale per parlare di cambiamenti climatici, crisi ambientale e possibili soluzioni.

In questa occasione, si è ribadito che ci resta poco tempo: dobbiamo assumerci le nostre responsabilità e partecipare al cambiamento. Per farlo, possiamo scegliere un’alimentazione 100% vegetale e chi, se non due vegani di lunga data come Phoenix e Mara, avrebbero potuto affrontare l’argomento con così tanta convinzione, schiettezza e semplicità? In un video di pochi minuti, Mara ha parlato delle scelte individuali che tutti possono fare per combattere la crisi climatica, partendo proprio dall’eliminazione dei prodotti animali dalla propria dieta. “Per noi essere vegani è una scelta privilegiata che possiamo compiere ogni giorno, più volte al giorno, e che sappiamo avrà un impatto enorme. Ci sono così tante decisioni al di fuori del nostro controllo che influenzano le nostre vite e il pianeta, ma questa è una cosa su cui tutti abbiamo il controllo e che sappiamo farà la differenza”.

Leggi anche: Phoenix e Mara al TED per Cop26: “Essere vegani è un privilegio alla portata di tutti”

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli