Frutta secca: mercato in crescita nonostante la pandemia, ma attenzione agli additivi

La frutta secca è un alimento molto apprezzato durante le festività natalizie e il cui mercato, nonostante l'anno difficile appena trascorso, è destinato a crescere grazie anche all'aumento delle piantagioni.

Anche se andrebbe consumata tutto l’anno, la frutta secca è da sempre il simbolo delle festività Natalizie, durante le quali diventa l’immancabile fine pasto o la “pausa” prima del dolce: non è un caso che su Instagram l’hashtag #fruttasecca conti circa 99mila foto e che rientri nella top ten degli alimenti che, per gli italiani, non possono mancare sulla tavola a Natale.

Bisogna considerare, però, che anche se si tratta di un alimento vegetale, non è detto che la frutta secca e quella disidratata siano anche vegan: a questo proposito abbiamo evidenziato che “vegan” e “vegetale” non significano la stessa cosa. Infatti, mentre tutti i prodotti vegani sono vegetali, non tutti i prodotti vegetali sono anche vegani. Questo discorso, come per molti altri prodotti vegetali, riguarda prima di tutto il packaging: non è raro che all’interno del packaging di un prodotto vengano usate componenti di origine animale. Va da sé che un alimento 100% vegetale ma con una confezione che contiene derivati animali non possa essere considerato vegan.

Per quanto riguarda la frutta secca ed essiccata, però, c’è un ulteriore problema legato agli additivi: se il prodotto non è naturale, è possibile che venga aggiunta anidride solforosa (E220 – su cui si possono reperire maggiori informazioni su BioDizionario.it) per il mantenimento o cere di origine animale.

Il motivo è legato alla volontà di rispondere alle esigenze estetiche di una clientela sempre più esigente, ma anche alla necessità di prolungare la shelf life (periodo che intercorre tra produzione e vendita nel quale è necessario mantenere intatta la qualità) di questi alimenti; il passo verso coadiuvanti chimici è breve. Nel dubbio, preferire sempre i prodotti VEGANOK approvati dal nostro team etichette.

Frutta secca: un mercato in espansione

La frutta secca è un alimento molto amato, il cui mercato è destinato ad ampliarsi. Secondo un report dell’International Nut and Dried Fruit Council, infatti, la produzione mondiale di mandorle, noci del Brasile, anacardi, nocciole, macadamia, pecan, pinoli e noci, ma anche pistacchi in guscio, è stimata in 5,3 milioni di tonnellate, con un aumento previsto del 15% rispetto al 2019/2020; del 13% invece per le arachidi. Si rileva dunque un trend positivo per l’annata 2020/2021, grazie a un aumento delle piantagioni nel mondo.

Il mercato della frutta disidratata, invece, ha risentito maggiormente dell’emergenza sanitaria in atto: nonostante la produzione sia stata in grado di soddisfare la richiesta, i 3 milioni di tonnellate prodotti nel 2020 risultano in leggero ribasso rispetto agli anni passati. In generale, durante i mesi segnati dall’emergenza Coronavirus, si è rilevato un aumento della domanda di frutta secca ed essiccata: una tendenza legata sia allo spostamento dei consumi online, sia alla volontà di consumare alimenti più sani – e che ha riguardato moltissime abitudini alimentari, compresa la diminuzione del consumo di carne in favore delle proteine vegetali.

A favorire l’ascesa di questo mercato non manca la tendenza dei produttori a una maggiore sostenibilità ambientale – ormai “il” trend in qualsiasi ambito produttivo – insieme alla valorizzazione di nuovi studi scientifici e alla promozione dei prodotti attraverso ambassador e influencer.

Molte sono le aziende che hanno scelto VEGANOK per identificare le loro linee di prodotti a base di frutta essiccata e a guscio. Alcuni esempi:

Valfrutta
La Finestra Sul Cielo
Forlive
Euro Company
Bms con il marchio Bioteca

VUOI SCOPRIRE TUTTE LE REALTÀ VEGANOK CHE OFFRONO PRODOTTI A BASE DI O CON FRUTTA SECCA E A GUSCIO? CONSULTA QUI TUTTE LE REFERENZE: www.veganwiz.com/it/product-category/alimentazione/semi-frutta-secca-e-disidratata/

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli