Giornalista salsiccia vegan

Pensa di mangiare una salsiccia “vera”, invece è vegan e la trova anche deliziosa: esperto inglese smentito in diretta

Autoproclamatosi "esperto di salsicce" (di carne) e anti-vegano, un giornalista inglese non è stato in grado di capire che quella che stava mangiando era una salsiccia vegan.

Pregiudizio e magra figura sono sicuramente gli ingredienti principali della vicenda che ha per protagonista il giornalista britannico Mike Perry, autoproclamatosi “esperto di salsicce assolutamente anti-vegano“. In diretta tv, durante uno slot della trasmissione condotta dal presentatore Jeremy Vine dal titolo “Smettetela di chiamare ‘salsicce’ le salsicce vegane”, Perry è stato invitato ad assaggiare e distinguere tra una salsiccia vegan e una di carne. E qui arriva il bello: entrambe le proposte erano vegan, eppure il giornalista non solo non l’ha capito, ma ha perfino ostentato un’assurda sicurezza sulla certezza che una delle due fosse carne.

Il siparietto ha dell’incredibile, un botta e risposta tra un divertito presentatore e un presunto “esperto” che tanto esperto, evidentemente, non era. Dopo aver assaggiato entrambi i sandwich, Perry è apparso molto sicuro della sua risposta: “Per me è assolutamente ovvio che la prima è la salsiccia falsa. Non è vera salsiccia, è cartone. – ha detto – La seconda è chiaramente una vera salsiccia, ho sentito il sapore della carne. Era deliziosa, sembrava quella che ho mangiato stamattina.

A quel punto, è caduto il bluff: Vine ha informato il suo ospite che in realtà aveva mangiato due salsicce vegane e che la salsiccia fatta di carne era stata nascosta sotto la sua scrivania. E la reazione del giornalista non si è fatta attendere: rosso in viso e decisamente imbarazzato, ha parlato di un “trucco subdolo e di cattivo gusto”, pensato solo per rovinare la sua reputazione.

Inutile dire che il pubblico ha apprezzato la notizia, e il video ha fatto in pochissimo tempo il giro del web. Tra chi ha riso della presunzione del giornalista e ha accantonato la notizia con un “ben gli sta“, non è mancato anche chi abbia approfittato della vicenda per veicolare un messaggio importante: sulla scelta vegan gravitano un’enormità di pregiudizi, infondati eppure molto radicati tra i più. La realtà, però, è che al di là del pregiudizio i prodotti alternativi a quelli animali sono capaci di ingannare anche il palato dei più “esperti” e convinti sostenitori del consumo di carne: è arrivato il momento di accantonare i preconcetti e dar loro almeno una possibilità.

Leggi anche: Olanda: arriva l’auto elettrica stampata in 3D, vegan e che pulisce l’aria dal carbonio

Crediti foto/video: dailymail.co.uk

Laura Di Cintio

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli