Gli ingredienti più amati? Ecco la classifica

Quali sono gli ingredienti più amati del momento nel mondo del food? A rivelarlo è l’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy, che ha censito quelli segnalati sulle etichette di ben 64.800 prodotti alimentari confezionati venduti nella GDO in Italia, e ne ha misurato diffusione e vendite.

La nuova classifica degli ingredienti alimentari benefici più richiesti e amati, elaborata in base ai dati di vendita del 2018, comprende i 24 “fenomeni” più rilevanti dell’anno: dalla canapa alla spirulina, dal mirtillo al farro, dall’avocado allo zucchero di canna.

La numero uno per numero di prodotti e incidenza sulle vendite totali è la mandorla: viene segnalata sull’1,4% dei prodotti e registra vendite in crescita del +7,7% su base annua. In Italia la mandorla piace decisamente in tutte le declinazioni: come frutto, come latte e anche come ingrediente sempre più usato in gelati e snack dolci.

L’avocado è l’alimento-ingrediente con il maggior tasso percentuale di crescita delle vendite (+121,0%) anche se la sua presenza a scaffale è ancora limitata. L’ingrediente “best performer” è l’avena perché, vista la sua diffusione sul mercato (352 prodotti, dai cereali per la colazione agli yogurt funzionali), è quella che ha aumentato maggiormente il suo giro d’affari in termini reali. In un anno, ha aumentato del +10,1% il sell-out arrivando ad accomunare 352 prodotti su cui è indicata in etichetta.

Non si ferma il “fenomeno” zenzero: anche nel 2018 ha continuato a guadagnare spazio a scaffale ha visto crescere la sua presenza negli infusi e nel tè, nelle confetture, nelle caramelle, negli yogurt funzionali ma anche nelle tavolette di cioccolato, nei frullati, nei succhi freschi e nelle zuppe pronte. Altro protagonista del 2018 è stata la “curcuma”, che è stata l’ingrediente con la variazione percentuale annua più elevata (+71,5% di vendite) soprattutto determinata dagli yogurt funzionali, dagli infusi e dal tè, dai piatti pronti vegetali e dai panetti croccanti. Positivo nel 2018 anche l’andamento della “cannella” (+11,6% di sell-out), sempr più usata in tè, infusi e spremute Uht. Nel 2018 il claim “cocco” ha continuato la sua crescita (+9,7% di vendite rispetto al 2017) ed è cresciuto sia come bevanda sia come ingrediente di gelati, yogurt e integratori.

Ottime performance anche per i semi: quelli di lino aumentano la loro popolarità del +10,6% (soprattutto in biscotti frollini integrali, pane da tramezzino, pane e sostitutivi), quelli di “zucca” a +29,6% (nei cereali per la prima colazione e come frutta secca), quelli di “sesamo” con un +19,4% (in panini e crackers), quelli di “chia” con un +17,2% (in crackers, cereali per la prima colazione e panetti croccanti) e quelli di “canapa” con un +14,7% (in spremute Uht, grissini e zuppe pronte).

L’Osservatorio Immagino ha individuato anche i claim emergenti, in questo caso quelli che si preannunciano come gli ingredienti trendy del 2019 e 2020: sono il tè matcha e l’acqua di cocco.

Il vissuto positivo di questi ingredienti benefici e il valore salutistico che viene riconosciuto loro dai consumatori ha spinto gli shopper a consumarli in tutte le forme in cui sono stati proposti in vendita. E il fatto che, oltre che essere mangiati, spesso si possano bere (come avviene per mandorle, cocco e avena) è stato un plus molto apprezzato dai consumatori.

Fonte: Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli