Innovazione: il colosso britannico della GDO Marks & Spencer lancia oltre 100 nuovi prodotti vegani

Forse anche in occasione del Veganuary, la multinazionale ha lanciato oltre 100 nuovi prodotti plant based reperibili sugli scaffali dei propri punti vendita inglesi, che si uniscono a quelli già presenti nella gamma Plant Kitchen.

Dopo aver annunciato l’intenzione di rendere la propria linea di vini completamente vegana entro il 2022, il colosso britannico della GDO Marks & Spencer va oltre. Forse anche in occasione del Veganuary, iniziativa nata nel Regno Unito per portare le persone a provare un’alimentazione 100% vegetale per tutto il mese di gennaio, la multinazionale ha lanciato oltre 100 nuovi prodotti plant based reperibili sugli scaffali dei propri punti vendita inglesi, che si uniscono a quelli già presenti nella gamma Plant Kitchen. Tra le nuove referenze, una grande varietà di piatti pronti, sandwich, dessert, snack e bevande.

Un segnale importante, che conferma come anche i colossi del mondo del commercio si muovano nella direzione del cambiamento. Sì, perché sono tutti concordi nell’affermare che le diete vegetali sono il “new normal”  e, secondo uno studio effettuato di recente, il 90% dei consumatori di prodotti plant based non è vegetariano né vegano. Va da sé che la GDO non possa fare altro che adeguarsi al cambiamento in atto, dettato dalle richieste dei consumatori ma anche da ragioni di tipo prettamente economico: sono sempre di più infatti le aziende a livello internazionale che per tenere il passo con l’innovazione dei consumi ampliano le proprie referenze sul mercato, oppure scelgono di mettere in atto una conversione totale della produzione.

Ecco allora comparire nei supermercati sempre più prodotti vegetali, sia a fianco dei prodotti di origine animale come accade nei supermercati britannici Tesco – gigante della GDO che sta aggiungendo opzioni vegane al reparto delle carni nel tentativo di incoraggiare i clienti a mangiare più cibo a base vegetale – ma anche in reparti a sé, ben individuabili a colpo d’occhio dalla clientela. Non una “moda” passeggera, quindi, ma l’evidenza di un cambiamento importante ancora prima che sulle tavole dei consumatori, nelle modalità di acquisto. Un report pubblicato dalla società di consulenza globale AT Kearney spiega che la carne del futuro “nel 2040 sarà vegetale” afferma uno studioe il cambiamento che sta avendo luogo nella DGO non è altro che un modo per interiorizzare il cambiamento già in atto.

April Preston, direttore Food Production per M&S, ha dichiarato: “Con 1 cliente su 4 che sceglie una dieta “flexitariana” (con una importante riduzione del consumo di carne e derivati, ndr), quello dei prodotti plant based è un trend che non mostra assolutamente alcun segno di rallentamento. Ci aspettiamo un ulteriore balzo in avanti dei nuovi prodotti adatti ai vegani, con una diversificazione delle fonti di proteine ​​vegetali e una sperimentazione nei sapori. In seguito al successo del lancio della nostra gamma Plant Kitchen all’inizio di quest’anno, adesso abbiamo acceso i motori e sfidato noi stessi, concentrandoci in particolare sulla trasformazione in versioni a base vegetale di prodotti già amati dai nostri clienti e sulla celebrazione delle verdure in tutte le loro forme”.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli