Integratori curcuma e piperina: sale il numero di casi di epatite

Salgono a 11 casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, riconducibili al consumo di integratori a base di curcuma e piperina. Il ministero della Salute ha diramato un comunicato ufficiale con la lista completa dei prodotti e dei lotti in questione. Al momento si stanno effettuando indagini al fine di fare maggiore chiarezza e individuare da dove abbia avuto origine la contaminazione.

Aggiornamento del 29/05/2019: al momento della pubblicazione dell’articolo, i casi riportati e documentati erano 11. Allo stato attuale sono invece 15 i casi dichiarati.

Il provvedimento più recente riguarda il prodotto Curcuma & Piperina a marchio Rubigen.

L’Istituto Superiore di Sanità ha segnalato casi di epatite colestatica acuta, non infettiva e non contagiosa, riconducibili al consumo di curcuma. Sono in corso verifiche sul territorio da parte delle autorità sanitarie.

L’undicesimo caso è stato associato al consumo di:

Curcuma liposomiale più pepe nero – lotto 1810224, scadenza 10/21, prodotto da LABORATORIES NUTRIMEA con sede e stabilimento di produzione rue des Petits Champs 20, FR 75002, Parigi

Si aggiunge ai casi associati ai prodotti segnalati fino al 21 maggio:

  • Curcuma 95% Maximum – lotto 18L264, scadenza 10/2021, prodotto da EKAPPA LABORATORI srl per conto di Naturando S.r.l.
  • Curcuma complex – B.A.I. aromatici per conto di Vitamin shop
  • Tumercur – Sanandrea
  • MOVART – Scharper SpA, stabilimento a Nichelino
  • Curcuma Meriva 95% 520mg Piperina 5 mg – Farmacia dr. Ragazzi, Malcontenta
  • Curcuma “Buoni di natura”- Terra e Sole

E a quelli associati ai prodotti segnalati il 10 e il 16 maggio scorsi:

  • Curcumina Plus 95% – lotto 18L823 – NI.VA prodotto da Frama
  • Curcumina 95% Kline – lotto 18M861 – NI.VA prodotto da Frama
  • Curcumina Plus 95% piperina linea@ – lotto 2077-LOT 198914 – NI.VA prodotto da Frama
  • Curcumina Plus 95% piperina linea@ – 18e590 – NI.VA prodotto da Frama

A scopo cautelativo, il Ministero della Salute che ha diramato le comunicazioni, raccomanda di sospendere al momento il consumo dei prodotti indicati nel richiamo: al momento infatti non si conoscono le cause scatenanti. e si stanno effettuando indagini al fine di fare maggiore chiarezza e individuare da dove abbia avuto origine la contaminazione. I casi di epatite di cui si è data notizia, sono di natura infettiva e non sono contagiosi.

Il ministero “raccomanda ai consumatori, anche in caso di acquisti on-line, di non consumare i lotti dei prodotti richiamati”.

A questo link, il comunicato ufficiale: comunicato ISS

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli