La Festa dell’Orto a Tuoro sul Trasimeno: valorizzare i prodotti ortofrutticoli locali

Tuoro sul Trasimeno 100% vegan per un giorno: un successo per il primo evento vegan organizzato su territorio umbro. I tempi sono maturi affinché il cambiamento nelle abitudini alimentari avvenga anche in luoghi con una tradizione "carnista" molto sentita.

Nella foto, Renata Balducci presidente di Associazione Vegani Italiani e Fabrizio Magara presidente della Pro Loco

Si è tenuta a Tuoro sul Trasimeno la prima edizione de “La Festa dell’Orto”: un evento total vegan organizzato dalla Pro Loco della località lacustre in collaborazione con il vegan Master Chef Emanuele Di Biase direttore della VEGANOK Academy e Francesca Ricci responsabile di VEGANOK Tg News. Un evento sul quale l’amministrazione ha deciso di investire in termini di energie e risorse.

Perché eventi come questi sono rilevanti a livello nazionale?

Perché sono indicatori del cambiamento in termini di esperienza di consumo. Come Osservatorio VEGANOK stiamo registrando un aumento dei consumi di prodotti vegetali a livello globale a ritmi vertiginosi. Iniziative come queste hanno il valore di portare l’universo vegan ad un livello locale dove il cambiamento a volte fa più fatica ad arrivare. Questo significa che l’alimentazione vegetale si sta aprendo nuove strade sia a livello macro in realtà di respiro internazionale che a livello micro. La cucina di professionisti come lo chef Di Biase si conferma essere un linguaggio di cambiamento che tutti possono comprendere e apprezzare.

Il trend è quello di riscrivere i paradigmi della tradizione in chiave vegetale. Si rileva una tendenza al “back to basic“: il recupero della tradizione gastronomica mediterranea, dei nostri gusti, dei nostri ingredienti.

Dall’ultimo rapporto dell’Osservatorio VEGANOK 2018, si rileva

un progressivo abbandono dei gusti troppo “etnici”, a favore di pietanze più in sintonia con i gusti tipici della tradizione mediterranea, per andare incontro alle esigenze dei consumatori sempre più numerosi che, anche senza abbracciare la scelta di vita vegan, scelgono di ridurre i consumi di prodotti animali e consumare più frutta e verdura, legumi e in genere pasti 100% vegetali, all’insegna di naturalezza, della semplicità e della riduzione degli sprechi ma che non vogliono rinunciare alla buona tavola e ai gusti dell’infanzia.

Naturale, sano e tradizionale: sono questi i pilastri sui quali si sta consolidando la scelta vegan e l’Italia, che è stata definita “il giardino d’Europa” per varietà ortofrutticole, non può che rappresentare un terreno molto fertile in questi termini. Il nostro paese infatti, per tradizione culinaria, ha moltissimi piatti vegan da cui poter attingere per proporre, partendo da ingredienti semplici, preparazioni originali.

Dal campo alla tavola: è questa la chiave del successo. Ed è per questo che eventi come la festa dell’Orto, speriamo facciano da apripista a molte altre manifestazioni locali in grado di coinvolgere produzione ortofrutticola, professionisti della ristorazione e amministrazioni lungimiranti.

Ecco la formula per far funzionare un evento di questo tipo: una Pro Loco proattiva, un mercato ortofrutticolo a Km 0, alta cucina 100% vegetale volta a valorizzare i prodotti locali, stand di artigianato, il coinvolgimento dei commercianti del paese che per un giorno offrono solo pietanze vegetali.

Le vie del paese di Tuoro sul Trasimeno si sono popolate di turisti, avventori curiosi e amanti della buona cucina. L’offerta è stata davvero variegata e ha dato la possibilità a tutti di degustare il meglio dell’inventiva e della tecnica nell’ambito dell’arte culinaria vegan: street food classico e gourmet rigorosamente vegetale in cui assaggiare i must della cucina di strada come burger o verdure fritte, stand in cui sono state servite macedonie di frutta e verdura fresche, pizza, gelato e la “Taverna dell’Orto” con un menù d’eccezione firmato Emanuele Di Biase. La taverna ha registrato un sold out con più di 240 coperti.

Ospiti speciali dell’evento, Renata Balducci madrina della manifestazione e presidente di Associazione Vegani Italiani Onlus e Sauro Martella fondatore del Network Etico VEGANOK.

Racconta Renata Balducci: “Sono molto contenta perché in Umbria abbiamo fatto molti cambiamenti: eventi, alcune conferenze in luoghi importanti ma una manifestazione come questa, estiva nel mese di agosto in un contesto “carnista” come quello dell’Umbria è un grande successo.

Anche sul fronte dell’amministrazione locale, grande entusiasmo e soddisfazione. Il sindaco di Tuoro sul Trasimeno Patrizia Cerimonia dichiara “questa manifestazione è stata un’opportunità e un modo di far conoscere il territorio. Sicuramente non sarà l’ultimo evento volto alla sensibilizzazione verso i prodotti naturali”.

Conclude Fabrizio Magara presidente della Pro Loco: “un successo incredibile. Non ce lo aspettavamo. Il lavoro è stato importante: gestire lo Street food e i mercatini, il concerto finale. I commercianti hanno risposto molto bene all’iniziativa e hanno avuto un buon successo con i loro prodotti. Siamo molto soddisfatti.”

Guarda il reportage a cura di Francesca Ricci direttrice di VEGANOK Tg News

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli