NATURgum: 100% biodegradabile, vegetale e sostenibile rivoluziona il mondo delle gomme da masticare

I chewing gum sono consumati quotidianamente da milioni di persone, ma il loro impatto ambientale non è da sottovalutare. Per questo nascono prodotti come NATURgum, 100% biodegradabile e amica della salute, perché senza zucchero e senza aspartame.

L’abitudine di masticare chewing gum accomuna milioni di persone nel mondo, ma molto spesso si tratta di prodotti non sostenibili a livello ambientale e ricchi di ingredienti potenzialmente dannosi per la salute. Per questo, aziende come Functional Gums – giovane realtà nata nel 2013 specializzata nella produzione e commercializzazione di functional food – lavorano alla produzione di alternative sostenibili e più salutari, come NATURgum. Parliamo di chewing gum realizzati esclusivamente in gomma 100% naturale, senza alcun additivo di origine animale o petrolchimica né dolcificanti artificiali.

La linea si compone di tre referenze diverse:

  • NATURgum alla menta con Stevia: con aroma naturale di menta, è dolcificato con Stevia, una pianta dall’elevato potere dolcificante originaria dell’America Meridionale;
  • NATURgum alla menta con Xilitolo: con aroma naturale di menta, è dolcificato con Xilitolo, uno zucchero estratto soprattutto dalle betulle e che vanta proprietà benefiche per la salute dei denti;
  • NATURgum ai Frutti Rossi: con aroma naturale di frutti rossi, è dolcificato con Xilitolo.

Tutti i prodotti della linea vantano caratteristiche peculiari che li differenziano dai chewing gum “tradizionali” presenti sul mercato: sono senza zucchero e senza aspartame, un edulcorante di origine artificiale la cui sicurezza per la salute è ancora fonte di studi; sono invece dolcificati con alternative allo zucchero ipocaloriche e naturali. Non contengono lattosio e nessun additivo di origine animale – e per questo hanno ottenuto la certificazione VEGANOK – e sono totalmente gluten-free, quindi adatti alla consumazione anche da parte di soggetti allergici al glutine. In più, sono totalmente biodegradabili e confezionati in packaging riciclabili al 100%, il che li rende prodotti unici nel loro genere.

Chewing gum: l’inquinamento che c’è (e si vede)

Le gomme da masticare fanno parte della nostra quotidianità ormai da sempre e nessuno si stupisce quasi più nel vederle gettate per strada o perfino attaccate sulle superfici una volta che siano state consumate. Complice l’inciviltà di molti individui, i chewing gum sono praticamente ovunque, tanto che si tratta del secondo rifiuto più gettato a terra dopo i mozziconi di sigaretta: le stime parlano di oltre 560 mila tonnellate di gomme da masticare gettate ogni anno per strada, di cui 23 mila solo in Italia.

Chewing gum gettati sull’asfalto, con il quale si “fondono” col passare del tempo

Eppure quasi nessuno sembra considerare che l’impatto ambientale di questi piccoli confetti è enorme; sono realizzati partendo da un polimero derivato dal petrolio e ciò che li rende masticabili è il polisobutene, un lubrificante difficilmente biodegradabile e altamente inquinante. Dal momento che parliamo praticamente di “plastica zuccherata”, capiamo bene quanto sia difficile gestire il loro smaltimento; in media, si calcola che il tempo di decomposizione di una gomma da masticare sia 5 anni, durante i quali le gomme gettate a terra (o, peggio, in acqua) provocano seri problemi.

Quasi sempre i chewing gum gettati a terra si incollano letteralmente all’asfalto delle strade, e la loro rimozione richiede tempo, investimenti economici e soprattutto l’impiego di prodotti chimici. Questi, insieme alle gomme che vengono polverizzate dai potenti getti di acqua impiegati per staccarle dall’asfalto, finiscono inevitabilmente nel tombino più vicino e, di conseguenza, nelle acque reflue. Inquinandole. I chewing gum gettati in acqua, invece, vengono scambiati spesso dagli animali marini come potenziale cibo, diventando inevitabilmente la causa della loro morte per soffocamento. Va da sé, quindi, che sia necessario trovare delle alternative sostenibili per ovviare a questo problema dalle proporzioni enormi.

Segni particolari

Questi chewing gum sono realizzati con una gomma 100% naturale ricavata dalla SAPODILLA (Manilkara bidentata), una pianta che cresce rigogliosa nello Yucatan, nel Sud del Messico. Una volta estratta, la sua la linfa viene bollita, disidratata e modellata manualmente per l’intero processo di solidificazione.

Clicca sul pulsante in basso per conoscere tutti i prodotti Functional Gums certificati VEGANOK:

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli