ohio incidente animali

Ohio, il disastroso deragliamento di un treno è costato la vita a migliaia di animali, selvatici e non

Sarebbero migliaia gli animali morti nelle zone limitrofe a East Palestine, Ohio, a seguito di un deragliamento di un treno: ora c'è tanta preoccupazione anche per le conseguenze dell'incidente sulla salute umana.

Un disastro ambientale senza precedenti, quello avvenuto lo scorso 3 febbraio in Ohio, negli Stati Uniti, dove circa 50 vagoni – di cui 20 trasportavano sostanze pericolose – sono usciti dai binari vicino alla cittadina di East Palestine, prendendo fuoco e rilasciando nell’aria una serie di sostanze note per essere rischiosissime per la salute, umana e non: e infatti, a seguito del disastro, il numero di animali selvatici, in allevamenti o da compagnia ammalati o morti è davvero drammatico.

Il disastro di East Palestine: migliaia di animali muoiono in Ohio

Il deragliamento e susseguente incendio causato dall’incidente hanno liberato nell’aria materiali altamente pericolosi come cloruro di vinile, acrilato di etilesile, acrilato di butile ed etere monobutile di glicole etilenico. La combustione di queste sostanze comporta rischi noti per la salute: se per gli esseri umani è ancora presto per valutare effettivamente le ripercussioni di questo incidente, sugli animali purtroppo si è già potuto notare il suo terribile impatto.

Sarebbero migliaia, secondo quanto riferito dalle autorità statunitensi, gli animali che in questa settimana sono morti o si sono visibilmente ammalati per aver inalato i fumi dell’incendio. E non parliamo solo di animali selvatici che si sono trovati, ahinoi, in prossimità dell’incidente, ma anche animali da compagnia e in allevamento. L’area vicino al deragliamento è stata dichiarata sicura sin dall’8 febbraio, ma restano parecchie perplessità sulla reale sicurezza della zona.

Le conseguenze del deragliamento destano preoccupazione

Resta infatti molta preoccupazione tra gli abitanti di East Palestine, visto che non solo gli animali, ma anche le persone hanno riferito di aver sofferto di nausee, mal di testa e bruciore agli occhi. E se si pensa a che tipo di conseguenze drammatiche l’incidente ha avuto sugli animali nel giro di poche settimane, è comprensibile che i cittadini di East Palestine non si sentano al momento al sicuro: per dare una prospettiva più chiara del fenomeno, circa 3.500 pesci sono morti in ruscelli e corsi d’acqua vicino all’incidente. 

Un uomo che alleva volpi nella zona ha notato negli animali “visi gonfi e occhi che lacrimavano”, con una delle volpi da lui allevate a morire nel giro di pochissimo tempo dopo l’incidente: “Non era più capace nemmeno di battere le palpebre correttamente quando è morta tra le mie braccia”, ha dichiarato alla stampa.

Andrea Belden, residente della zona e proprietaria di due gatti, ha affermato che uno dei suoi due mici, in buono stato di salute come confermato qualche giorno prima dal veterinario, ha sviluppato una cardiopatia e difficoltà respiratorie associate “all’avvelenamento da cloruro di vinile”. Infine, un altro residente ha dichiarato che sei dei suoi polli da cortile sono morti poco dopo il deragliamento del treno. 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli