Ristorazione: grandi opportunità dal food delivery. Un trend in crescita

Il food delivery è uno dei maggiori trend del momento, in grado di aprire molte opportunità di innovazione per il settore della ristorazione. Numerose, sono le piattaforme attraverso le quali è possibile ordinare cibo a domicilio direttamente dai propri ristoranti preferiti e gli italiani, accolgono favorevolmente questa nuova occasione di consumo. A rivelarlo, i dati del rapporto sulla ristorazione elaborato da Fipe, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi. Almeno 30,2% degli italiani ha avuto occasione di ordinare online il pranzo o la cena da piattaforme di food delivery. A confermare il trend in crescita, anche l'Osservatorio della famosissima piattaforma Just Eat. Che cosa si ordina? Sempre più interesse per l'healthy food con particolare attenzione alle pietanze vegetariane e vegane; boom di superfood e spezie.

Secondo il rapporto 2019 sulla ristorazione pubblicato da Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), almeno il 30,2% degli italiani ha avuto occasione di ordinare online il pranzo o la cena da piattaforme di food delivery.

È un trend in crescita: di cosa si tratta esattamente? Il food delivery è la possibilità di scegliere e ordinare cibo da una rete sempre più ampia di ristoranti, attraverso l’utilizzo di una piattaforma online e rappresenta una tra le novità più significative del mercato della ristorazione degli ultimi anni: un’abitudine che si sta consolidando all’interno delle famiglie italiane.

Un settore con un fatturato di 350 milioni di euro. Molti italiani, il 44,6% nello specifico, vivono il momento di mettersi a tavola come un’occasione di relax e per riunire la famiglia: il cibo ha un ruolo fondamentale nelle relazioni individuali e collettive.

Ma perché le persone preferiscono ordinare a domicilio? Secondo il report Fipe, ci sono diverse motivazioni. Le principali:

  • La scarsità di tempo a disposizione
  • La poca voglia di uscire o cucinare, rispettivamente nel 37,1% e nel 31,5%
  • La mancanza di prodotti in casa, nel 35,6% dei casi.

Sono i giovani i più abituati ad ordinare cibo online per la maggiore propensione all’utilizzo della tecnologia. Non si rilevano differenze di genere: il servizio di consegna a domicilio viene utilizzato da uomini e donne indifferentemente. La differenza si nota, invece, quando si guarda alla diffusione geografica del fenomeno: molto più diffuso al Nord che al Centro e al Sud del Paese, con la Lombardia in cima alla lista per la presenza di consumatori.

Che cosa si ordina?

Burger con patatine, pizza, cibo etnico ma si prevedono nuove tendenze sopratutto sul fronte della cucina veg:  veg meat, Beyond Burger, la cucina birmana e filippina e grande spazio a spezie e superfood.

A confermare questo trend in crescita, anche i dati rilevati dall’Osservatorio di Just Eat, famosissima piattaforma di food delivery. Secondo la l’indagine, il vero protagonista della consegna a domicilio è il cibo sano, l‘healthy food.

L’Osservatorio ha analizzato i dati degli ordini a domicilio da oltre 10.000 ristoranti in 1.000 città italiane. Il cibo sano a domicilio cresce di oltre il +150% di ordini. Si legge sul report:

Quella del cibo sano è un’opportunità che viene integrata sempre più anche nei menù dei ristoranti, grazie anche a una reale domanda del mercato che ha portato alla nascita di food concept sempre più specializzati in tipologie di cucina sana, dedicati ad esempio alla cottura al vapore o solo ai cibi crudi, agli hamburger vegetariani e vegani, o in cui chef e nutrizionisti collaborano per ottenere il massimo bilanciamento nutrizionale, fino ai Juice Bar

L’healthy veg food spopola: il vegetariano e vegano con +74% e le insalate con +30%.

Impennata anche per i burger (vegetariani, vegan, avocado e quinoa), per la pizza margherita senza glutine e le insalate componibili con gli ingredienti desiderati. Molti cibi vegetali per la maggior parte bio e con materie prime rigorosamente di stagione.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli