Scarpe vegan: Bata ha scelto VEGANOK per la sua linea di sneakers da donna totalmente animal-free

L'azienda Bata, importantissima in Italia per il settore delle calzature e nota in tutto il mondo, ha scelto il marchio di garanzia VEGANOK per le sue sneakers vegane da donna, realizzate senza alcun tipo di materiale, tessuto o inchiostro di derivazione animale.

Bata è un’azienda con sede a Padova, e che dal 1931 opera nel settore calzaturiero, in Italia e oggi anche in molti altri paesi al mondo. Rispondendo alle richieste di un mercato in evoluzione e alla ricerca di sempre maggiore sostenibilità, l’azienda ha da poco creato una linea di sneakers vegane da donna, certificate VEGANOK e per questo prive di qualsiasi prodotto, tessuto o inchiostro di derivazione animale.

Parliamo di scarpe dalle linee semplici, che seguono le ultime tendenze in fatto di moda, ma che soprattutto rispondono alle richieste dei consumatori di prodotti sostenibili dal punto di vista etico e ambientale: quello calzaturiero è un settore produttivo imponente, il cui impatto è enorme anche solo se si tiene conto che ogni anno nel mondo si producono oltre 20 miliardi di paia di scarpe; per questo diventa particolarmente importante trovare delle alternative che consentano di mantenere questi ritmi produttivi, senza però impattare in maniera così massiccia sul pianeta. La linea di scarpe Bata certificate VEGANOK si compone di 10 referenze diverse, tutte caratterizzate da uno stile sportivo e casual, reso inequivocabilmente femminile da decori e tocchi di colore unici per ogni modello.

Per approfondire: Scarpe e inquinamento: quanto incidono le calzature sul nostro impatto ambientale?

Pelle, simil pelle e finta pelle: facciamo chiarezza

Mentre un’azienda come Bata ha optato per offrire alla clientela un’alternativa totalmente animal-free, composta da tessuto e materiali sintetici, evitando così l’impiego della pelle, a questo riguardo è bene fare chiarezza: sulle etichette di abbigliamento e accessori si possono trovare diciture diverse, che al contempo indicano materiali differenti. Iniziamo precisando che i termini “cuoio”, “pelle” e sinonimi sono disciplinati dalla legge 1112/66 e riservati esclusivamente a prodotti ottenuti dal processo di concia di spoglie animali; per il resto, ecco cosa c’è da sapere:

  • Ecopelle: questa dicitura non è sinonimo di pelle sintetica; si tratta di una pelle vera e propria, quindi di origine animale, e si differenzia dalla pelle non “eco” perché prodotta seguendo un protocollo a basso impatto ambientale stabilito dalla norma Uni 11427-2015.
  • Finta pelle o simil pelle: è una fibra sintetica di derivazione petrolchimica che viene trattata come un tessuto; siamo quindi di fronte a un prodotto totalmente animal-free, adatto anche all’uso da parte dei vegani.

Clicca sul pulsante in basso per conoscere tutti i prodotti Bata certificati VEGANOK:

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli