Scettro avorio Camilla

All’incoronazione di Re Carlo III, Camilla reggerà uno scettro di avorio

A dispetto delle campagne portate avanti dalla Corona e dal Re in persona, la Regina consorte Camilla terrà uno scettro di avorio durante l'incoronazione di Re Carlo III.

A meno di un mese dalla cerimonia di incoronazione, è ufficiale: la Regina consorte Camilla reggerà uno scettro d’avorio durante l’evento, a dispetto delle campagne contro questo materiale portate avanti da Re Carlo III. La celebrazione avrà luogo il prossimo 6 maggio nell’abbazia di Westminster e, come da tradizione, prevede l’uso di oggetti antichi e simbolici per la Corona, a rappresentare i doveri del monarca e della consorte.

Una decisione controversa, dal momento che non solo il Regno Unito sembra ormai muoversi in una direzione dettata da una maggiore tutela dei diritti animali – con l’Animal Sentience Bill – ma lo stesso Re Carlo ha introdotto diverse novità a Buckingham Palace. Ultima in ordine di tempo è la ricerca di uno chef vegan per il palazzo reale, ma in generale il nuovo sovrano – sebbene non sia vegano – negli ultimi anni ha dimostrato una certa apertura al cambiamento e una sempre maggiore consapevolezza dell’impatto che le nostre abitudini alimentari hanno sull’ambiente.

Senza contare che, parlando di avorio, Re Carlo III non ha mai nascosto la sua contrarietà: si dice che negli anni abbia chiesto di rimuovere dalle residenze di Clarence House e Highgrove tutti gli oggetti realizzati con questo materiale, e anche il principe William avrebbe fatto lo stesso per gli oggetti in avorio di proprietà di Buckingham Palace. A questo si aggiunge la presa di posizione del Regno Unito, che con un disegno di legge ha messo al bando l’importazione di trofei di caccia, ma che ha visto anche l’introduzione dell’Ivory Act 2018, un divieto quasi totale nel commercio di articoli contenenti avorio di elefante.

Mentre la decisione di usare lo scettro – la cosiddetta “verga in avorio con la colomba”, in uso fin dal 1685 durante le cerimonie di incoronazione – sarebbe stata in dubbio fino a pochi giorni fa, stupisce quindi la scelta finale, che per quanto rispecchi una tradizione molto antica, è in netto contrasto con la politica adottata dal Regno Unito e dalla Corona inglese negli ultimi anni.

Leggi anche: Regno Unito: i sudditi chiedono che Re Carlo non indossi un abito con pelliccia durante la sua incoronazione

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli