Tecnologia alimentare: Solar Foods chiude un round di finanziamento a 15 milioni e si avvia alla fase produttiva

Solar Foods, startup finlandese che produce una proteina unica nel suo genere, ha concluso un round di finanziamento a 15 milioni di euro. Diventa quindi concreta, la visione del Ceo che ha dato origine a Solein, una proteina composta da CO2, elettricità e acqua. Una rivoluzione nella food industry che ha il potenziale per reinventare la produzione di proteine liberando il processo dalle implicazioni ambientali ed etiche dell'agricoltura e dell'acquacoltura.

PASI VAINIKKA, Ceo della Startup finlandese Solar Foods

Il futuro del cibo è strettamente collegato alle soluzioni tecnologiche che sapremo trovare per rendere le filiere di approvvigionamento sostenibili. Nei prossimi anni, sviluppi innovativi scateneranno una rivoluzione nel modo in cui produciamo e consumiamo: sarà quindi essenziale accelerare lo sviluppo di metodi di produzione alimentare meno impattanti. Da molte fonti si indica che potrebbe essere necessario introdurre nelle nostre diete ingredienti e prodotti che non appartengono tradizionalmente alla nostra storia di consumi e alla nostra identità culturale e che saranno destinati a mutare radicalmente il sistema alimentare. É il concetto alla base della idea messa in campo da Solar Foods, una start up finlandese che ha creato una polvere proteica, nota come Solein, composta da CO2, elettricità e acqua.

L’azienda ha pubblicato proprio ieri una nota ufficiale in cui dichiara di aver chiuso un round di finanziamento (serie A) di 15 milioni di euro: estendendo il capitale investito a 18,5 milioni di euro, segno che le nuove tecnologie alimentari stanno catalizzando l’attenzione di grandi investitori in tutto il mondo.

Nota: Che cosa si intende per round di finanziamento o first stage financing (Round A)?

Si parla di first stage financing (Round A) quando l’avvio dell’attività produttiva è completato, ma la validità commerciale del prodotto o servizio è ancora da verificare e sostenere. L’imprenditore cerca fondi per finanziare un business già esistente, ma che necessita di essere lanciato e crescere. In questo stadio, sono già state completate le fasi di ideazione, progettazione, sperimentazione. L’investitore dunque è orientato agli step di implementazione e commercializzazione del prodotto.

Il round di finanziamento è stato guidato da Fazer Group con Bridford Investments Limited, Agronomics Limited, Lifeline Ventures e CPT Capital. Il Dr. Pasi Vainikka, CEO e co-fondatore di Solar Foods dichiara: “Siamo entusiasti dei nostri nuovi partner e della loro vasta esperienza ora a disposizione di Solar Foods. Questo sviluppo ci consente ora di procedere con successo con il nostro impianto di produzione”. Solar Foods ha già il progetto per l’impianto di produzione e sta entrando nel processo di autorizzazione. L’unità è progettata per dimostrare come sia possibile dare un futuro sostenibile alla produzione alimentare in un ambiente urbano. È progettato per includere il Solein Experience Hub e un future food bar per fornire ai cittadini un livello completamente nuovo di trasparenza nella produzione alimentare, motivo per cui l’impianto di produzione è anche chiamato “il dimostratore”.

Aggiunge il Ceo dell’azienda: “Le nuove tecnologie possono aprire finestre sul futuro. Attraverso di loro, possiamo vedere possibilità che erano impossibili solo una manciata di anni fa. Non è una questione di opportunismo, né di ottimismo o pessimismo. La produzione di Solein è già una realtà tangibile. In Solar Foods, siamo abbracciamo un’attitudine possibilista; vogliamo incoraggiare e responsabilizzare le persone a essere parte della soluzione: creare un mondo migliore attraverso scelte alimentari migliori.”

Qual è la visione di Solar Foods e che cos’è Solein?

“La nostra visione è quella di cambiare il modo in cui viene prodotto il cibo e il nostro prodotto è destinato ad essere autorizzato come nuovo alimento globale. Il mondo ha speranza. Il cibo del futuro non è un’utopia: sta accadendo adesso “, Pasi Vainikka CEO Solar Foods.

L’azienda si occupa di proteine alternative alla carne e ha creato una polvere proteica, nota come Solein, composta da CO2, elettricità e acqua; la sfida a cui vuole dare una risposta è creare cibo dal nulla: “food out of thin air.”

La proteina ha origine da un bioprocesso  che coinvolge l’elettricità e l’aria. Il suo processo di fermentazione completamente naturale è simile a quello della produzione di lievito.

La composizione della proteina

Si tratta di una fonte proteica completa di tutti gli aminoacidi essenziali che ha il potenziale per rivoluzionare l’industria alimentare globale: è adatta a tutti i tipi di consumatori e utilizzabile in un’ampia gamma di preparazioni; basata su un concetto della NASA, il Solein è illimitata, a emissioni zero e possiede una water footprint che non ha eguali.  Per produrre un chilo di Solein ci vogliono solo 10 litri di acqua, nulla se paragonati ai consumi d’acqua necessari per la produzione di un kilo di manzo (che richiede 15.000 litri di acqua) o di soia (che richiede 2.500 litri di acqua). La produzione di Solein può avvenire nelle condizioni ambientali più difficili, ad esempio nel deserto, nell’Artico. Dal momento che il suo processo di produzione non prevede irrigazione, pesticidi, fertilizzanti applicati su terreni aperti o animali, Solein si pone come “la proteina più sostenibile al mondo”.

Approfondisci il tema nell’articolo della Dott.ssa Paola Cane

Solein: la proteina che viene dall’acqua

Impatto ambientale:

  • Uso del suolo: Solein risulta 60 volte più efficiente rispetto ai vegetali e 1000 volte più efficiente rispetto all’uso del suolo per produrre carne di manzo.
  • Impronta idrica: Solein sfrutta un quantitativo d’acqua 100 volte inferiore rispetto ai vegetali e 500 volte inferiore rispetto alla produzione di manzo
  • Emissioni: Solein inquina 5 volte in meno rispetto ai vegetali e 100 volte in meno rispetto alla produzione di manzo.

Leggi la presentazione ufficiale dell’azienda: https://solarfoods.fi/

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli