Vanini fra tradizione e innovazione con i Gianduiotti fondenti 100% vegan

Vanini è presente sul mercato con diverse linee di prodotti e da poco ha scelto la certificazione VEGANOK per un prodotto innovativo, i Gianduiotti in versione fondente.

 

Vanini è un brand di proprietà di ICAM, azienda italiana di riferimento per la lavorazione del cacao, che da oltre 70 anni produce e distribuisce nel mondo cioccolato di qualità “premium”, realizzato con il migliore cacao proveniente da piantagioni selezionate.

L’azienda è presente sul mercato con diverse linee di prodotti e da poco ha scelto la certificazione VEGANOK per un prodotto innovativo, i Gianduiotti in versione fondente. Un particolare connubio tra pasta di nocciole e cioccolato fondente dà vita a un cioccolatino che rivisita la tradizione del Gianduiotto, morbido cioccolatino dalla forma a navicella – prodotto per la prima volta durante il Carnevale di Torino del 1865.

I vegani possono mangiare il cioccolato?

Questa è forse una delle prime domande che gli amanti del cioccolato si sono posti quando hanno scelto un’alimentazione plant based. La risposta è sì, ma non sempre. Da una dieta 100% vegetale sono esclusi, per ovvie ragioni, il cioccolato al latte e quello bianco, a meno che non siano preparati con un latte vegetale (per esempio mandorle o soia). Molte aziende stanno rispondendo alle richieste di mercato con referenze di questo tipo, non solo per i consumatori vegan ma anche per le persone con allergie o intolleranze alimentari, e per coloro che scelgono di ridurre il consumo di proteine animali.

La scelta, quindi, ricade sul cioccolato fondente, ma anche in questo caso bisogna leggere bene le etichette degli ingredienti. Capita che un cioccolato che riporti in etichetta la dicitura “fondente” contenga latte o burro anidro, quest’ultimo per allungare i tempi di conservazione del prodotto.

Il latte vaccino, però, non è l’unico ingrediente di origine animale a cui fare attenzione. La lecitina è un ingrediente comune in molti cioccolatini, perché aiuta il cioccolato a sciogliersi meglio, riducendone la viscosità e aiutando a bloccare la cristallizzazione dello zucchero. Sempre più aziende usano di lecitina di origine vegetale (specialmente da soia), ma non è escluso che possa trattarsi di lecitina ricavata dal tuorlo d’uovo.

Attenzione anche al cioccolato arricchito con biscotti o caramello: la base di per sé può essere 100% vegetale, ma questi ingredienti aggiunti possono essere realizzati con latte o burro. Un altro ingrediente non ammesso dal disciplinare VEGANOK è l’olio di palma, nonostante sia di origine vegetale, per le sue pesanti ripercussioni sull’ambiente e sugli ecosistemi, legate ai metodi di produzione e lavorazione.

Clicca sul pulsante in basso per conoscere tutti i prodotti Vanini certificati VEGANOK:

CLICCA SUL PULSANTE PER CONOSCERE TUTTI
I PRODOTTI VANINI CERTIFICATI VEGANOK

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli