VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: I cambiamenti climatici non sono mai stati così veloci e i loro effetti sono già in parte irreversibili: ad affermarlo è la prima parte del sesto report dell’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), l’organismo […]

Nuova edizione della rassegna settimanale. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

I cambiamenti climatici non sono mai stati così veloci e i loro effetti sono già in parte irreversibili: ad affermarlo è la prima parte del sesto report dell’Ipcc (Intergovernmental panel on climate change), l’organismo delle Nazioni Unite che studia i cambiamenti climatici fin dal 1990. Pubblicato in questi giorni con il titolo “Climate change 2021: the Physical Science Basis“, lo studio lancia un allarme sulla base dei dati scientifici più aggiornati, che parlano di una situazione estremamente grave. Secondo gli esperti, nel 2019 la concentrazione di CO2 presente nell’atmosfera era la più elevata degli ultimi 2 milioni di anni; quella di metano e biossido di azoto, i due principali gas serra, la più elevata degli ultimi 800.000 anni.

Allarme Ipcc: cambiamenti climatici rapidissimi e già in parte irreversibili

Si chiudono oggi le Olimpiadi di Tokyo 2020, che saranno ricordate come l’edizione blindata, senza pubblico, posticipata di un anno a causa della pandemia, ma anche come quella dei grandi trionfi italiani. Quest’anno, come nelle edizioni passate, non sono mancati gli atleti vegani che dimostrano la possibilità di conciliare lo sport ad altissimi livelli con una dieta plant-based. Anzi, in questo momento storico segnato dai cambiamenti climatici e dalla crisi sanitaria, la loro presenza lancia un messaggio importantissimo, specialmente ai più giovani.

Sport e alimentazione vegetale: i grandi atleti alle Olimpiadi di Tokyo

Come ogni primo venerdì di agosto fin dal 2007, oggi si celebra la Giornata Internazionale della Birra, una delle bevande più antiche che il mondo abbia mai conosciuto. Dopo un calo generale dei consumi, l’estate 2021 porta con sé per l’Italia la ripartenza dei consumi fuori casa; tra i protagonisti indiscussi del fenomeno, proprio la bevanda “socializzante” per eccellenza. Secondo uno studio commissionato da Osservatorio Birra all’Istituto Piepoli, la birra è stata la bevanda più consumata nei mesi delle riaperture di bar, pub e ristoranti, con il 61% delle preferenze, battendo perfino il vino (38%) e il caffè (43%).

World Beer Day 2021: in Italia, la birra guida la ripresa dei consumi fuori casa

Bio Bank, la banca dati del biologico italiano dal 1993, ha da poco pubblicato la rassegna Vetrina Bio Bank 2021, nella quale vengono mostrati i trend di quest’anno in fatto di alimentazione e cosmesi biologica. Dopo che nel 2020 era stato individuato come “megatrend” comune a entrambi i settori il “ritorno all’essenziale”, quest’anno è la scoperta che è tutto interconnesso, collegato. Dopo un anno e mezzo di emergenza Covid, e con la crisi climatica che diventa sempre più devastante, tocchiamo con mano gli effetti disastrosi delle attività umane sul pianeta, e aumenta la consapevolezza del valore che le scelte individuali hanno sul nostro impatto globale.

Vetrina Bio Bank 2021: tra food e cosmesi, i trend parlano di vegetale, senza plastica e locale

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli