VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale: in questo video di pochi minuti, ecco le principali notizie curate negli ultimi sette giorni dalla nostra redazione.

Alimentazione vegetale, sostenibilità, etica, personaggi e molto altro: ogni settimana ti raccontiamo il mondo vegan, attraverso le notizie e gli approfondimenti curati dalla redazione di VEGANOK Network. Cosa aspetti? La strada verso il cambiamento inizia dalla consapevolezza!

Guarda il video con tutte le notizie della settimana:

Torniamo a parlare di carne coltivata in laboratorio, questa volta perché oggetto dell’interesse di una delle multinazionali alimentari più grandi del mondo: Nestlé ha confermato le voci secondo cui sarebbe al lavoro con la start up israeliana Future Meat Technologies per esplorare le potenzialità di questo settore. Una collaborazione che non stupisce, se pensiamo che la start up con sede a Rehovot (Israele) ha inaugurato il primo stabilimento al mondo dedicato interamente alla produzione della “clean meat” su larga scala.

Nestlé al lavoro sulla carne creata in laboratorio, a breve il lancio sul mercato?

Il mercato globale degli alimenti plant-based sta crescendo a un ritmo velocissimo, e raggiungerà un valore di 162 miliardi di dollari entro i prossimi 10 anni, contro i 29,4 miliardi di dollari raggiunti nel 2020. A dirlo è un nuovo report, pubblicato da Bloomberg Intelligence (BI), che analizza la situazione concentrandosi specialmente sulle alternative vegetali alla carne, al pesce e ai latticini. Secondo le previsioni, il mercato della carne e del pesce vegetale potrebbero arrivare a rappresentare il 5% dell’intero mercato; il latte vegetale, invece, è già considerato un mercato maturo e rappresenta il 10% nel settore lattiero-caseario. Le previsioni sono ottime anche per le alternative a yogurt, burro, gelato e formaggio – che sono ancora in espansione, ma che nei prossimi anni andranno incontro a una richiesta sempre maggiore.

Prodotti vegetali alle stelle, un boom che varrà 162 miliardi entro il 2030

Da un lato una crisi climatica senza precedenti, che impone un cambiamento immediato nelle abitudini alimentari globali; dall’altro, la difficoltà per molte persone di passare a un’alimentazione 100% vegetale vuoi per abitudine, pigrizia o semplicemente poco interesse per l’argomento. E se la soluzione fosse “a metà strada”? Questo è ciò che sostiene il documentario “Meat me halfway“, che indaga la possibilità di trovare un terreno comune tra il consumo indiscriminato di carne e derivati e la scelta vegan per il bene del pianeta.

“Meat me halfway” è il documentario che ci porta (almeno) a metà strada verso la scelta vegan

Fino a qualche anno fa, “latte vegetale” era sinonimo di latte di soia e, con un po’ di fortuna, qualche variante aromatizzata. Oggi, però, il latte plant-based è uno dei simboli della rivoluzione vegetale dei consumi a cui stiamo assistendo, che ha avuto il suo picco nel 2020 ma che è destinata ad accelerare e consolidarsi nei prossimi anni. Per questo, il 22 agosto si è celebrata la Giornata Internazionale del Latte Vegetale, istituita nel 2017 da Robbie Lockie, co-fondatore di Plant Based News.

World Plant Milk Day: ecco 3 motivi per cui dovresti bere il latte vegetale

A giovedì prossimo con le notizie della settimana!

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli