VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: Durante il lockdown sono cambiate molte abitudini di consumo; una dato legato al settore dell’ortofrutta risulta essere molto significativo: un italiano su 3 ha mangiato più […]

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

Durante il lockdown sono cambiate molte abitudini di consumo; una dato legato al settore dell’ortofrutta risulta essere molto significativo: un italiano su 3 ha mangiato più frutta e verdura generando un aumento del valore delle vendite pari al 15,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nelle settimane di permanenza in casa si è rilevata un’impennata in termini di quantità consumata di frutta e verdura, sia fresca che trasformata. È quanto emerge dal focus sui consumi domestici di ortofrutta dell’osservatorio “THE WORLD AFTER LOCKDOWN” a cura di Nomisma e CRIF. Continua a leggere la notizia qui:

Consumo di frutta e verdura aumentato per 1 italiano su 3 durante il lockdown

Lo scorso 20 maggio la Commissione Europea ha approvato la strategia “Dal produttore al consumatore“, con l’obiettivo di promuovere in Europa una produzione alimentare sostenibile, tenendo conto che attualmente quest’ultima rappresenta quasi un terzo delle emissioni globali di gas a effetto serra. Il piano, già approvato dalla Commissione, fa parte del più ampio Green Deal – una serie di misure atte a rendere più sostenibile l’economia europea – che metterà in campo 100 miliardi di euro dal 2021 al 2027 nel tentativo di rendere rendere l’Europa “a emissioni zero” entro il 2050. Continua a leggere la notizia qui:

UE: scatta la strategia per una produzione alimentare sostenibile, la chiave è la scelta plant-based

Cala anche in Italia il consumo di latte vaccino e la pandemia ha accelerato una diminuzione già in corso. Come segnala anche Assolatte, il latte fresco da tempo è in calo nelle vendite in tutti i Paesi occidentali durante questo periodo di Covid 19. Secondo l’indice Ismea, è in netto calo. Non basta l’incremento di quasi il 2 per cento nelle vendite rilevate da Nielsen nel primo trimetre di quest’anno, trainate dall’aumento generalizzato delle spesa alimentare durate il lockdown. Il dato arriva dopo un 2019 che segna un meno 2,5% di consumi di latte fresco. Continua a leggere la notizia qui:

#WorldMilkDay: cala il consumo di latte. È il momento delle alternative vegetali

La pandemia da Covid-19 ha intaccato moltissimi settori produttivi nel mondo, ma qual è l’impatto che il Coronavirus ha e avrà sui consumi globali di caffè? A rispondere è un recente rapporto dell’Organizzazione Internazionale del Caffè (ICO), che fornisce una fotografia della situazione attuale: in questi mesi si è assistito a un forte calo del consumo di caffè fuori casa, legato naturalmente al lockdown che ha interessato pressoché tutti i bar, ristoranti e operatori commerciali legati al consumo diretto di caffè. Con la chiusura di uffici e negozi, la stessa tendenza è stata registrata anche per quanto riguarda il caffè venduto nei distributori automatici. Continua a leggere la notizia qui:

Caffè: quanto e come il consumo di questa bevanda ha risentito della pandemia in atto?

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli