VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: Nestlè, la più grande multinazionale alimentare al mondo, dovrà dire addio in Europa ai propri “Incredible Burger”, che diventeranno “Sensational Burger”. Il tutto per una causa […]

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

Nestlè, la più grande multinazionale alimentare al mondo, dovrà dire addio in Europa ai propri “Incredible Burger”, che diventeranno “Sensational Burger”. Il tutto per una causa intentata (e vinta) contro la multinazionale da parte di Impossible Foods, start up che dal 2011 produce “carne vegetale” (ma anche pesce) identica per gusto, aspetto e consistenza a quella animale, ma dall’impatto ambientale decisamente inferiore. L’azienda californiana, famosa in tutto il mondo per i suoi “Impossible Burger”, ha infatti accusato Nestlè di creare confusione nei consumatori con i suoi “Incredible Burger”, burger vegetali il cui nome e aspetto richiamano senza ombra di dubbio gli analoghi dell’azienda californiana. Continua a leggere la notizia qui:

La guerra dei burger: una questione di naming. Nestlè perde la causa contro Impossible Foods

Il pasto vegano a scuola è un diritto, anche per gli insegnanti, e deve essere riconosciuto al pari di quello di chi chiede una dieta diversificata per motivazioni religiose o per scelte alimentari (come nel caso dei vegetariani): a decretarlo è un’importante sentenza del Giudice del Tribunale di Bologna Filippo Palladino, che ha accolto il ricorso da parte di una maestra di scuola primaria che lavora in un istituto bolognese. La donna ha tentato per diverso tempo di ottenere per sé un pasto vegano dalla refezione – gestita dal servizio di ristorazione Ribò – forte del fatto che la scelta 100% vegetale è contemplata ormai da tempo per i bambini, ma senza successo. Continua a leggere la notizia qui:

Bologna: il menu vegano a scuola è un diritto tutelato dalla Costituzione, anche per gli insegnanti

Con oltre un milione di post su Instagram che riportano l’hashtag #celery, spopola sul web il sedano: sono in particolare succhi ed estratti a base di questo ortaggio a farla da padroni sui social, eleggendo a “superfood” quello che fino a qualche tempo fa era considerato semplicemente un ingrediente di zuppe e pinzimoni. Il suo successo mediatico, il cui picco è stato raggiunto nei primi mesi del 2019, è legato principalmente alle affermazioni di “guru del benessere” tra i quali spicca certamente Anthony William, autore di diversi testi legati alla guarigione con metodi naturali e ideatore del “celery juice movement“. Continua a leggere la notizia qui:

Succo di sedano star di Instagram: il nuovo “superfood” del momento?

L’intero settore della ristorazione ha subito un duro colpo, un ridimensionamento senza precedenti a causa dell’epidemia di COVID-19. A livello mondiale, sono centinaia di migliaia gli  esercizi che hanno dovuto fronteggiare un azzeramento dei propri ricavi e affrontano oggi una crisi finanziaria che rischia di compromettere la loro sopravvivenza. In occasione della «Giornata mondiale della sicurezza alimentare» che si celebra oggi 7 giugno, un gruppo di professionisti internazionali della sicurezza alimentare ha predisposto un documento tecnico destinato ad accompagnare le aziende del settore della ristorazione che globalmente stanno affrontando la delicata fase di ripartenza del settore, dopo la prolungata chiusura seguita all’emergenza Covid-19. Continua a leggere la notizia qui:

Download gratuito: “Covid-19 Ristorazione – Linee guida e best practice per la ripartenza”

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli