VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: Un enorme orologio digitale è comparso in questi giorni su un grattacielo nel cuore di Manhattan, in Union Square. Invece di segnare l’ora, però, calcola quanto […]

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

Un enorme orologio digitale è comparso in questi giorni su un grattacielo nel cuore di Manhattan, in Union Square. Invece di segnare l’ora, però, calcola quanto tempo resta all’umanità per agire prima che la crisi climatica globale diventi irreversibile. Si chiama Climate Clock ed è un’installazione frutto del lavoro degli artisti Gan Golan e Andrew Boyd in collaborazione con diversi attivisti e scienziati, pensata per sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto a questa grave problematica. L’opera, in occasione della Climate Week 2020 – il più importante summit sul clima che avrà luogo quest’anno proprio a New York – andrà a sostituire quello che fino allo scorso sabato era il Metronome, un enorme orologio che dal 1999 conta le ore, i minuti e i secondi che mancano alla mezzanotte.

Climate Clock: a New York scatta il countdown prima del disastro ambientale globale

Se potessimo dare un prezzo al loro impatto ambientale, quanto pagheremmo gli alimenti che mettiamo nel carrello? La risposta, come riportato da Il Fatto Alimentare, arriva dagli studiosi dell’Università di Augusta, che hanno calcolato i “costi reali” di 16 prodotti alimentari. Al prezzo normale è stato aggiunto il valore delle emissioni di gas serra durante la produzione, le conseguenze della fertilizzazione azotata e il fabbisogno energetico. I risultati aumenterebbero di molto il prezzo della carne e dei prodotti di origine animale: in particolare si parla di +173% per la carne da allevamento convenzionaleil latte vaccino avrebbe un rincaro del 122% e per due tipologie di formaggio, il Gouda e la mozzarella, il rincaro sarebbe rispettivamente dell’88% e del 52%.

Impatto ambientale: quale sarebbe il “prezzo reale” di carne e derivati animali?

Abbigliamento e accessori low cost, spesso di scarsa qualità, pensati per essere alla moda per una stagione e poi sostituiti: questo è il modello di funzionamento del cosiddetto fast fashion, la moda “usa e getta” che ormai da qualche anno regna nel settore dell’abbigliamento. Eppure, mai come in questo momento storico, è fondamentale fare i conti con il concetto di sostenibilità, analizzando quanto e come le attività umane impattino sul pianeta. Un articolo pubblicato su Nature punta i riflettori sull’argomento, analizzando l’impatto di questa industria e della sua complessa filiera su più fronti: uso dell’acqua, inquinamento chimico, emissioni inquinanti e scarti tessili.

Fast fashion: quando la moda “usa e getta” fa a pugni con il concetto di sostenibilità

Per quanto molte persone si ostinino ancora a pensarlo, l’alimentazione a base vegetale non è una moda passeggera. Al contrario, risulta una scelta ben consolidata nel nostro Paese. Secondo il Rapporto Vegan Italia Osservatorio VEGANOK 2017 , stilato su un campione di 15 mila persone, i vegani nel nostro Paese erano il 2,6% della popolazione. Di questi, il 59% erano donne e il 41% uomini. Oggi, secondo il Rapporto Eurispes 2020, la percentuale di vegetariani e vegani è dell’8,9%, un massimo storico per l’Italia, con un 2,2% di vegani. Bisogna sottolineare, però, che i dati Eurispes vengono raccolti con metodologie differenti e su un campione di intervistati ridotto, e di conseguenza il dato che riguarda la popolazione vegan è certamente sottostimato

Quanti sono i vegani in Italia?

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli