VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: Cambiare il sistema alimentare globale, e spostare i consumi verso prodotti plant-based è fondamentale per fermare la perdita di biodiversità: ad affermarlo è un report pubblicato a febbraio 2021 […]

Nuova edizione della rassegna settimanale di VEGANOK TG NEWS e OSSERVATORIO VEGANOK. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

Cambiare il sistema alimentare globale, e spostare i consumi verso prodotti plant-based è fondamentale per fermare la perdita di biodiversità: ad affermarlo è un report pubblicato a febbraio 2021 dal Chatham House – tra i più accreditati think tank a livello mondiale – e sostenuto dal programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep). Il nostro sistema alimentare è guidato, dicono gli esperti, da una serie di “circoli viziosi” che sono stati alimentati da decenni di crescita economica e aumento della produzione. Continua a leggere la notizia qui:

Nuovo report ONU: adottare una dieta plant-based è il primo passo per salvare la biodiversità

Proteggere i cittadini dai “tumori evitabili”: questo è uno degli obiettivi della proposta sulle “etichette anti-cancro” lanciata in queste ore dalla Commissione Europea. Si tratta dello Europe’s Beating Cancer Plan, un piano di prevenzione del cancro che potrebbe venire attuato tra il 2022 e il 2023, nel quale vengono forniti dati allarmanti: Nel 2020 è stato diagnosticato un tumore a 2,7 milioni di persone nell’Unione Europea e 1,3 milioni di persone hanno perso la vita. Dai dati rilevati, risulta inoltre che il cancro grava notevolmente sui sistemi sanitari, sull’economia e sulla società tutta: si stima che il suo impatto economico complessivo in Europa superi i 100 miliardi di € l’anno. Continua a leggere la notizia qui:

UE e lotta al cancro: verso un’alimentazione quanto più possibile vegetale

Quando si parla di alimenti proteici, i principali driver di acquisto sono gusto e prezzo: questo è quanto emerge da un sondaggio effettuato di recente oltreoceano dall’International Food Information Council, coinvolgendo circa mille persone di età, sesso ed etnia differenti. Sulla base delle preferenze alimentari, il campione di intervistati risulta variegato e comprende onnivori, vegetariani, vegani e flexitariani, anche se nel documento non viene utilizzato questo termine. In generale, emerge che la ragione principale per cui un quarto dei consumatori scelgono le proteine – vegetali o animali – è il gusto, seguito da prezzo (20%), tipo di proteina (19%) e salubrità (17%). Continua a leggere la notizia qui:

Prodotti proteici: gusto e prezzo guidano gli acquisti

Cala lo spreco alimentare degli italiani, ma i numeri restano ancora altissimi. Secondo i dati diffusi dal report di Waste Watcher International Observatory on Food and Sustainability (su rilevazione Ipsos), nel 2020 gli italiani hanno buttato “solo” 27 kg di cibo pro capite (529 grammi alla settimana), con un calo dell’11,78% rispetto al 2019. Questo si traduce in oltre 222 mila tonnellate di cibo “salvato” dallo spreco in Italia e un risparmio di 6 euro a testa, che diventano 376 milioni euro a livello nazionale, in un anno intero. Secondo gli esperti, si tratta di una tendenza legata alla pandemia, che ha cambiato le abitudini dei consumatori e ha portato una maggiore consapevolezza sul valore del cibo. Continua a leggere la notizia qui:

Spreco alimentare in Italia: in calo per l’emergenza Covid, ma i numeri restano allarmanti

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli