VEGANOK TG NEWS: online la nuova edizione settimanale

Nuova edizione della rassegna settimanale. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti. GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA: I consumatori non conoscono davvero l’impatto ambientale di quello che mangiano. E se la soluzione fosse un’etichetta climatica sulle confezioni? Già da diverso tempo, alcuni Paesi (come ad esempio la Danimarca) stanno lavorando sulla possibilità […]

Nuova edizione della rassegna settimanale. Ecco tutte le notizie della settimana e gli approfondimenti.

GUARDA IL VIDEO CON TUTTE LE NOTIZIE DELLA SETTIMANA:

I consumatori non conoscono davvero l’impatto ambientale di quello che mangiano. E se la soluzione fosse un’etichetta climatica sulle confezioni? Già da diverso tempo, alcuni Paesi (come ad esempio la Danimarca) stanno lavorando sulla possibilità di rendere obbligatoria l’adozione di etichette che quantifichino l’impatto sul clima dei prodotti alimentari, tramite un rating. L’etichetta climatica, rappresenterebbe un potente strumento educativo, in grado di fornire a chi acquista informazioni rapide sull’impatto ambientale degli alimenti. In particolare, si pensa a etichette su cui vengano elencate le emissioni totali di gas serra associate alla produzione degli ingredienti di ogni prodotto, attingendo a database e ricerche che calcolano le emissioni di gas inquinanti legate a centinaia di alimenti. Continua a leggere la notizia qui:

Etichetta climatica sugli alimenti: la chiede il 67% dei consumatori europei

La giornalista Sabrina Giannini è stata citata per danni da una nota azienda che produce latte e derivati, per la puntata di “Indovina chi viene a cena” dal titolo Delicatessen, andata in onda in prima serata su Rai 3 nell’aprile dell’anno scorso. Il tema dell’inchiesta è il presunto “benessere animale” che campeggia sulle etichette di decine di alimenti come valore aggiunto della produzione, ma che in realtà non esiste. L’azienda, citata durante il servizio come “pioniera” di questa novità, ha chiesto un risarcimento di diversi milioni di euro per compensare i danni di immagine da attribuire a questo servizio; la prima udienza in tribunale avrà luogo il prossimo 10 maggio. Continua a leggere la notizia qui:

Attacco a Sabrina Giannini per il servizio “Delicatessen”: quali verità emergono dall’inchiesta?

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) chiede lo stop al commercio di animali selvatici nei wet market di tutto il mondo per tutelare la salute pubblica. Le linee guida dell’OMS pubblicate in questi giorni insieme all’Organizzazione mondiale per la salute animale (OIE) e al Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (UNEP), sollecitano lo stop di queste attività, a causa dell’alto rischio che rappresentano per la trasmissione di malattie zoonotiche, come il Covid-19. Un documento che si riferisce in particolare alla cattura di animali selvatici vivi a scopo alimentare, ma che in realtà riguarda tutti gli ambiti in cui l’uomo interagisce con la fauna selvatica. Continua a leggere la notizia qui:

OMS: stop al commercio di animali selvatici nei wet market, a rischio la salute pubblica

Nuovo focolaio di Coronavirus in un allevamento di visoni in Italia: siamo a Villa del Conte (Padova), dove 2000 visoni stanno per essere abbattuti per fermare la diffusione del virus. A diffondere la notizia è LAV, che tramite un’indagine amministrativa, ha portato alla luce che le autorità sanitarie avevano rilevato alcune positività negli animali della struttura già lo scorso 11 gennaio. Ma non è tutto, perché ulteriori accertamenti tra gennaio e marzo hanno rivelato che il 100% degli animali campionati presentava positività agli anticorpi SARS-CoV-2 specifici; questo significa che il contagio da Covid-19 ha interessato l’intero allevamento anche prima dello screening. Continua a leggere la notizia qui:

Visoni: nuovo focolaio Covid in un allevamento italiano, lo stop delle attività non basta

A giovedì prossimo con la rassegna settimanale.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica gratuitamente il nostro magazine

Leggi altri articoli